Tecnico superiore per la gestione delle strutture turistico-ricettive

PROGETTO COFINANZIATO DALL’UNIONE EUROPEA

Priorità 2. Istruzione e Formazione – OBIETTIVO SPECIFICO 4.6 (OS-f)

Pr Fse+ 2021-2027

Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive

Il tecnico superiore per la gestione delle strutture turistico-ricettive garantisce una corretta gestione dell’impresa turistico-ricettiva e contribuisce allo sviluppo del territorio in cui opera attraverso: la definizione e l’implementazione di azioni di marketing e promozione, condivise con gli attori pubblici e privati del territorio, in un’ottica di sistema orientata alla definizione di un’offerta tematizzata e di qualità.

Il profilo in uscita è un tecnico specializzato che conosce le diverse tipologie di strutture ricettive presenti sul territorio nazionale e non, comprendendone le dinamiche e la specificità. Sa coordinare le diverse funzioni aziendali e ne cura la valorizzazione in un’ottica di maggiore attrattività turistica, impiegando in modo consapevole gli strumenti messi a disposizione dalle nuove tecnologie, dalla digitalizzazione e dalle risorse umane.

Conosce la gestione di ogni reparto, supervisiona l’implementazione delle politiche aziendali definite dalla proprietà, creando un clima di crescita e miglioramento per la struttura in cui opera tramite la valorizzazione della comunicazione tra i reparti e con i fornitori esterni.

Ha sviluppato una conoscenza approfondita del territorio ed è consapevole delle criticità e del potenziale dello stesso.

Analizza e interpreta la domanda turistica, individuando il percorso operativo migliore per la crescita della struttura collaborando con i competitors, di cui conosce il prodotto.

In questo quadro generale l’obiettivo è acquisire le strategie di gestione di business digitali che permettono al tecnico in uscita di essere capace di condurre un’azione di gestione della struttura con chiara visione del budget e degli obiettivi prefissati delle aziende, sapendo ottimizzare le risorse e adeguando l’operato in base alle stagionalità e alla richiesta.

E’ capace di interagire con altri attori del settore, comprendendo l’importanza della collaborazione in previsione di una crescita territoriale.

A fine percorso, gli allievi con valutazione positiva e che abbiano frequentato almeno l’80% del monte ore del biennio, saranno ammessi a sostenere l’esame finale per il rilascio del Diploma di specializzazione per le tecnologie applicate, legalmente riconosciuto a livello nazionale, corrispondente al 5° livello Europeo EQF con certificazione.

I diplomi di istruzione tecnica superiore costituiscono titolo per l’accesso ai pubblici concorsi ai sensi ai sensi della normativa nazionale vigente in materia di Istruzione Tecnologica Superiore.

Il percorso ITS “Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive” forma in modo professionalizzante delle figure chiave da inserire all’interno dei reparti delle strutture ricettive, che abbiano competenze specialistiche di gestione e utilizzo di strumenti digitali, sapendo rispettare le previsioni di budget dell’azienda, rispettandone e condividendone i valori, creando un clima di collaborazione e di crescita attraverso la valorizzazione delle competenze trasversali dei colleghi

Il percorso è rivolto a n. 25 partecipanti con cittadinanza europea o cittadini di Paesi terzi purché titolari di regolare permesso di soggiorno UE.

Potranno accedere alla selezione per il percorso ITS “Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive” giovani e adulti in possesso di:

  • un diploma di scuola secondaria di secondo grado
  • un diploma  quadriennale  di  istruzione  e  formazione professionale di cui all’articolo  15,  commi  5  e  6,  del  decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, unitamente a un  certificato  di specializzazione tecnica superiore conseguito all’esito dei corsi  di istruzione e formazione tecnica  superiore  di  cui  all’articolo  69 della legge 17 maggio 1999, n. 144, della durata di almeno 800 ore.
  1. B. Per i candidati che hanno conseguito il titolo di studio richiesto all’estero si richiede equipollenza o attestazione di valore (rilasciata dall’Ambasciata/Consolato Italiano del paese di provenienza).

Il percorso è rivolto a n. 25 partecipanti

  • un diploma di scuola secondaria di secondo grado
  • un diploma  quadriennale  di  istruzione  e  formazione professionale di cui all’articolo  15,  commi  5  e  6,  del  decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, unitamente a un  certificato  di specializzazione tecnica superiore conseguito all’esito dei corsi  di istruzione e formazione tecnica  superiore  di  cui  all’articolo  69 della legge 17 maggio 1999, n. 144, della durata di almeno 800 ore.
  1. B. Per i candidati che hanno conseguito il titolo di studio richiesto all’estero si richiede equipollenza o attestazione di valore (rilasciata dall’Ambasciata/Consolato Italiano del paese di provenienza).

Il percorso ha una durata biennale pari a 1800 ore di cui 640 di stage in azienda suddivise equamente nei due anni.

Il percorso alternerà lezioni più teoriche con attività pratiche e di esercitazioni compreso un modulo dedicato all’ orientamento. L’obiettivo è quello di supportare la scelta del percorso intrapreso comprendendo ruoli e mansioni della figura professionale, tenere alta la motivazione e favorire l’inserimento lavorativo.

Modulo 1 _ Orientamento ore 44

Modulo 2 _ Competenze trasversali ore 128

Modulo 3 _ Economia e gestione delle filiere turistiche ore 260

Modulo 4 _ Progettazione e promozione ore 312

Modulo 5 _ La gestione dell’impresa turistica ore 356

Project work ore 60

Stage ore 640

Durante il percorso biennale saranno sviluppate le seguenti competenze:

  • Essere in grado di redigere un documento in Lingua italiana o straniera, per la promozione di un sito turistico, facendo riferimento all’economia e ai russi turistici del territorio e al patrimonio culturale, naturalistico e paesaggistico; il tutto mediante l’utilizzo di strumenti di Office automation (editor di testi di qualità, presentazione di slide, uso del foglio elettronico per analisi di dati quantitativi)
  • Essere in grado di analizzare ed interpretare il mercato turistico sia in termini di concorrenza che di domanda effettiva e potenziale ed analizzare il posizionamento e le scelte di business dell’impresa
  • Essere in grado interpretare l’andamento del mercato turistico, di pianificare e verificare i processi produttivi e le soluzioni organizzative nell’impresa turistico – ricettiva
  • Essere in grado di organizzare e gestire le relazioni funzionali tra i diversi reparti d’impresa, nonché l’operatività quotidiana, secondo parametri di qualità, efficienza ed efficacia
  • Essere in grado di definire e coordinare i rapporti con fornitori e clienti, interni ed esterni dell’industria dell’ospitalità
  • Essere in grado di organizzare e pianificare attività di promozione e commercializzazione, utilizzando anche strumenti di marketing e web marketing
  • Essere in gradi di progettare e commercializzare prodotti turistici integrati e tematizzati anche in collaborazione con altre realtà territoriali
  • Essere in grado di gestire il personale, organizzare team di lavoro, secondo le normative di comparto
  • Essere in grado di definire e monitorare le strategie di fidelizzazione della clientela e la customer satisfaction
  • Essere in grado di definire, pianificare e verificare strategie di revenue management
  • Essere in grado di definire, pianificare e verificare un piano della qualità dei servizi offerti

Lo stage ha come obiettivo quello di sedimentare e sviluppare le competenze apprese in aula e nei laboratori e facilitare l’inserimento lavorativo.

    Per maggiori informazioni

    compila il form

    * Inviando il messaggio Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'articolo 13 e 14 del GDPR 2016/679 (maggiori informazioni)
    Desidero ricevere la newsletter
           * Campi obbligatori